VOTA PARATICO

Caro Elettore,

L’Italia nostra, si trova a un bivio. Da un lato sta la sua rinascita e dall’altro la sua disgregazione. Entrambe le vie furono battute nei secoli passati ed è difficile prevedere quale sarà la direzione che verrà presa.

Noi lotteremo per l’aggregazione, non per la disgregazione; per la manutenzione, invece che per la distruzione. E le nostre armi, quali saranno? I libri e la conoscenza delle cose. L’onestà intellettuale e materiale. Il rispetto e la gentilezza. L’amore che illumina il mondo.

Come si vota all’Estero

Gli elettori residenti all’estero sono iscritti d’ufficio nelle liste elettorali degli aventi diritto al voto per corrispondenza. Il ministero dell’Interno consegna al ministero degli Esteri i modelli delle schede elettorali non più tardi del 26° giorno antecedente la data della consultazione. Le rappresentanze diplomatiche e consolari provvedono alla stampa delle schede di votazione e del restante materiale da inserire nei plichi da recapitare agli elettori.

Gli Uffici consolari spediscono “….con il sistema postale più affidabile e, ove possibile, con posta raccomandata, o con altro mezzo di analoga affidabilità….”, al domicilio di tutti gli elettori, non oltre 18 giorni prima della data stabilita per le votazioni in Italia un plico contenente:

  • il certificato elettorale
  • le schede e la relativa busta piccola
  • una busta grande affrancata recante l’indirizzo dell’Ufficio consolare competente
  • un foglio esplicativo delle modalità di voto

L’elettore, dopo aver espresso il voto, mette le schede nella busta piccola e la chiude; inserisce, nella busta grande affrancata, il tagliando staccato dal certificato elettorale (comprovante l’avvenuto esercizio del diritto di voto) e la busta piccola contenente le schede; spedisce il tutto al Consolato competente.

Sono considerate valide le buste pervenute al Consolato entro le 16, ora locale, di giovedì 1 marzo 2018.

Seguimi sui Social Networks

facebook-bw-png192x60
youtubelogo-192x60

Vuoi sapere cosa ne penso?

Iscriviti alla mia newsletter e sarai il primo a sapere la mia opinione sui fatti di attualità.